Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

SPARTACHIADI, SPETTACOLO ALL’ANFITEATRO
Coni e Federazioni: “L’anno prossimo un grande raduno a livello nazionale”

        In occasione delle Giornate FAI di primavera S. Maria Capua Vetere ha ospitato un evento originale e propedeutico a sviluppi positivi, ed al momento imprevedibili, nel contesto dell’Anfiteatro Campano, il secondo al mondo per grandezza dopo il Colosseo di Roma, e cioè le Spartachiadi, due giorni di non stop di esibizioni di sport da combattimento, che hanno riunito in una spettacolare kermesse oltre dieci specialità di discipline marziali. “E’ la prima volta che in Italia si svolge un evento del genere -commenta il Delegato Coni Michele De Simone- ed è stato accolto con tanto entusiasmo che l’anno prossimo le Federazioni sportive interessate pensano di ripeterlo in un contesto quanto mai appropriato come si è dimostrato il piazzale antistante l’Anfiteatro, luogo deputato alle sfide tra i gladiatori ed alla rivolta degli schiavi guidata da Spartaco”.  
       E a S. Maria Capua Vetere sul doppio tatami sistemato sullo sfondo dell’Anfiteatro hanno sfilato gli atleti del judo, ju jitsu, kendo, karate, kick boxing, lotta greco romana, lotta stile libero, pancrazio, pugilato, taekwondo, di altre arti marziali. Tanti gli ospiti d’onore tra cui l’unico oro olimpico italiano nella lotta libera e cioè il mitico napoletano Claudio Pollio, vincitore dei Giochi a Mosca nell’80, l’altro olimpionico di Atlanta e Atene Michele Liuzzi, argento agli europei di Minsk, e Anthony Fasugba campione italiano.  Queste le società sportive impegnate, guidate dai rispettivi maestri: Ju jitsu con Andrea Bresciani; Athlon S.Mango Piemonte di Salerno con Carmine Affinito; Virtus Casertana Lotta con Salvatore De Lucia; Liuzzi Wrestling di Napoli con Michele Liuzzi; Pancrazio con Salvatore Vollaro e Massimo Stanzione; Kodokan Judo Caserta con Mario Moccia; Accademia Kick Boxing con Giovanni Kiura; Arti Marziali con Salvatore Tamburro; Taekwondo Caserta con Nicola Fusco; Csam con  Stefano Baldi; Mma con Domenico Pezzullo; Dynamic Club con Francesco Baldassarre; Tai Skin Kai con Antonio Pitochelli; Musokan Teano con  Salvatore e Gioia Baldini, Paolo Stavolone e Domiziano Pascale.
        Oltre al momento sportivo, coordinato dal responsabile tecnico Coni Giuseppe Bonacci, e dalle Federazioni, Enti di Promozione e Società Sportive partecipanti, si è svolto anche un intermezzo culturale realizzato dal Panathlon Club Caserta-Terra di Lavoro, presieduto da Paolo Santulli, che ha riunito dirigenti da tutta la Campania nella hall di Amico Bio, di fronte all’Anfiteatro, per ascoltare la conferenza dello storico Giuseppe De Nitto  su “Spartaco e la rivolta degli schiavi”. Tra i presenti il Governatore dell’Area Campania del Panathlon Enzo Todaro con un  qualificato gruppo di dirigenti da tutta la Regione, il Sindaco Antonio Mirra con l’assessore allo sport Claudia Imparato e la consigliera comunale Elisabetta Milone, la Delegata Fai per la provincia di Caserta Donatella Cagnazzo, la presidente Acli Francesca Dattilo. Significativo il supporto logistico dell’Istituto Alberghiero “L. Veronelli” di San Prisco, guidato dal Dirigente Fabio Monaco.

IMG 20180326 WA0013