Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Conclusa a Tarragona in Spagna la “olimpiade” dei paesi che affacciano sul “Mare Nostrum” 

                  GIOCHI DEL MEDITERRANEO: DUE ORI, QUATTRO ARGENTI, UN BRONZO AI CAMPANI
I pugili Di Serio e Mouhiidine sul podio più alto, i calciatori Corbo, Portanova e Merola secondi con gli azzurrini, bene il judoka D’Arco e il cavaliere Garofalo

                          Due ori, quattro argenti e un bronzo per gli atleti campani ai Giochi del Mediterraneo conclusi nei giorni scorsi a Tarragona in Spagna, dove l’Italia si è classificata al primo posto per numero di medaglie conquistate. Si tratta dei pugili Raffaele Di Serio, attualmente al Gruppo Sportivo Esercito, ma appartenente all’Excelsior Marcianise, che ha vinto il titolo nella categoria -56 kg., e Aziz Mouhiidine, irpino, già della Asd Olympic Planet di Mercato San Severino, che ha vinto nella categoria+91 kg.

                          Medaglie d'argento sono andate ai tre componenti della squadra di calcio sconfitta in finale dalla Spagna e cioè l'attaccante Davide Merola, nato a S. Maria Capua Vetere, poi, dopo esperienze calcistiche nella città natale ed a Capua, dal 2012, dopo il trasferimento a Milano, gioca con le giovanili dell’Inter;  il difensore Gabriele Corbo di Napoli, formatosi alla Scuola Calcio Damiano Promotion e, dopo esperienze nelle giovanili dell'Inter, del Benevento, di Torre Annunziata, è a La Spezia squadra di serie B; il centrocampista  Manolo Portanova, nato a Napoli, ora alla Juventus Primavera dopo una parentesi alla Lazio, figlio d'arte di Daniele, storico difensore a Siena, Bologna e Genova. La quarta medaglia d'argento è stata vinta dal judoka Vincenzo D'Arco nella categoria +100, napoletano ora al Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle. Il bronzo, infine, è stato vinto dal cavaliere napoletano Giampiero Garofalo componente della squadra azzurra nel concorso equestre.  
                Ai Giochi di Tarragona la Campania ha preso parte con 28 atleti di cui 18 di Napoli, 5 di Salerno, 3 di Caserta, 1 di Avellino, 1 di Benevento. Questo l'elenco: per Caserta Raffaele Di Serio (pugilato), Davide Merola (calcio); per Benevento: Stefania Pirozzi (nuoto); per Avellino: Aziz Mouhiidine (pugilato); per Salerno: Roberto Botta (taekwondo), Marco Gallo (vela), Laura Casale (pallamano), Giuseppa Napoletano (pallamano), Angelo Crescenzo (karate);per Napoli: Zeno Bertoli, Vincenzo Renzuto Iodice e Alessandro Velotto (pallanuoto), Valentina Landri, Rita Trombetta e Pasquale Maione (pallamano); Manolo Portanova e Gabriele Corbo (calcio); Valerio Cuomo (scherma); Dario di Martino (tiro a segno); Vincenzo D'Arco, Diego Rea e Antonio Esposito (judo); Emanuela Liuzzi (lotta); Luca Maresca  ed Erminia Perfetto (karate); Rosario Maddaloni (badminton); Giampiero Garofalo (sport equestri).